Ultimi Giorni sulla Terra!

Negli ultimi cinque anni sul pianeta terra, John era ancora molto attivo. Ha completato un pezzo chiamato Two ( Due), per flauto e pianoforte, dedicato agli artisti Roberto Fabbriciani e Carlo Neri. Il nome ‘Two’ è stato dato a causa del numero di musicisti necessari per eseguire la opera. Nonostante le numerose condizioni come la sciatica e l’arteriosclerosi, nei suoi anni ottanta,John stava lavorando come un matto.  Il suo corpo si stava spegnendo, ma la sua volontà di creare era ancora forte. Biografo David Revill ha osservato, “il fuoco che ha iniziato a incorporare nel suo lavoro visivo nel 1985 non è solo il fuoco che ha messo da parte per tanto tempo, il fuoco della passione, ma anche il fuoco come transitorietà e fragilità” Alcune delle sue...

Il vangelo di John

Il vangelo di John

John è stato uno scrittore e un supereroe nel mondo delle arti. Egli stava attivamente scrivendo per la maggior parte della sua vita. Uno dei suoi scritti più importanti era ‘Silence: Lectures and Writings’ (Silenzio: Lezioni e Scritti) libro consisteva della sua collezione dei saggi, che ha scritto nel periodo di 22 anni, dal 1939 al 1961. Il libro era autoesplicativo, con sezioni come ‘La musica sperimentale’,  ‘La musica sperimentale: Dottrina’ ‘comunicazione’. Il libro era pieno di pensieri su vedute moderne della musica, interazione e la comunicazione tra l’ascoltatore e la musica. Il libro è stato impegnativo nel modo in cui il lettore percepisce le parole, come nelle sue composizioni l’ascoltatore percepisce il suono. Qualcuno potrebbe dire che...

Chi era il barbiere di John Cage?

Chi era il barbiere di John Cage?

Purtroppo non ho idea! Portava sempre i capelli in due stili, un po ‘lungo e corto. Non so  neanche chi era il suo chiropratico o dentista. Ma so che ha avuto grande influenza sulla musica, la vita, l’arte in molte delle persone che marciavano dopo di lui. Potete immaginare quanto noioso sarebbe senza le persone come Cage? Senza artisti del calibro di John Cage, quelli che osano chiedere domande,  senza il timore della risposta, saremmo ancora in stato di equilibrio. Lo stato che è davvero pericoloso per l’arte. John era certamente l’uomo che conosceva le cose e li guardava dall’interno. Perché per conoscere davvero un’ideasi dovrebbe diventare un’idea. E  lui ha fatto proprio questo. Io non lo guardo come una persona, ma...

Visual Art di John Cage

Era immerso in pittura nella sua giovinezza, ha dovuto rinunciare le arte visivi a causa dei suoi altri interessi. Era bravo in ogni aspetto dell’arte, ma lui aveva più soddisfazione dalla gente lodando la sua musica che i suoi quadri. Non è stato fino al 1969 che cominciò a seguire la sua passione visiva. Not Wanting to Say Anything About Marcel (Non volendo dire nulla su Marcel) è stato il suo primo progetto visivodi importanza. L’opera si compone di due litografie e un gruppo di quello che Cage chiamava :plexigrams: stampa serigrafica su lastra plexiglass. È stato costruito dalla libertà, dalle parole e atti casuali. ’Score Without Parts’ (1978) è stato il progetto ispirato da disegni di Henry David Thoreau, con modelli chiari e istruzioni che sono stati...

‘Eventi Casuali’

Dopo aver finito Sonate e interludi, John è andato in Europa, dove ha incontrato alcuni dei compositori più influenti del tempo come Olivier Messiaen e Pierre Boulez. La cosa più influente dopo il viaggio in Europa è stata l’amicizia con Morton Feldman e Christian Wolf, che gli ha dato la copia del libro intitolato ’ I Ching’, testo classico cinese che descrive un sistema di simboli utilizzati per identificare ordine in eventi casuali. ‘I ching’ non ha cambiato completamente la vista di John sulle composizioni, Lui ha utilizzato eventi casuali nel suo processo anche prima di leggere il libro che Wolf gli ha dato. Primi risultati del “nuovo approccio” sono stati Imaginary Landscape No. 4 e Music of Changes per pianoforte. Ha iniziato a utilizzare gli eventi...

4’33”

4’33”

La composizione è a soli quattro minuti e 33 secondi di silenzio? Ma dai!Beh, l’idea alla base di questo, è che si può godere a casa con la  famiglia in silenzio. Nessuno parla, nessuno ti sta dicendo cosa fare! Tua moglie è silenziosa, cosa sta succedendo? Questo è un trucco di magia? Purtroppo non è così. Il silenzio totale è necessario per  godere in questo capolavoro?  Si tratta solo di silenzio? No, la vera idea alla base di questo capolavoro è quello di ascoltare i suoni che normalmente non si odono. Respirazione delle persone intorno a te, pavimento laminato che scricchiola, qualcuno che sta starnutendo. Quindi, tutto intorno a noi è musica! E ‘proprio la composizione perfetta per fermare tutto e odorare le rose o forse ascoltare le rose. Ogni...

Composizioni di John Cage per pianoforte preparato

Composizioni di John Cage per pianoforte preparato

Pianoforte preparato? Ho pensato che suonava bene senza preparazione! L’oscillazione di John era su frequenze diverse. Gli piaceva preparare lo strumento per la composizione. Egli era differente nel modo in cui ha scritto la musica e ha regolato tutto per la musica. La maggior parte dei compositori scrivono musica per lo strumento senza cambiare la natura e il suono che strumento produce. John piaceva preparare lo strumento, perché non era importante come il suono che esce. Quindi abbiamo una grande quantità di sonate che ha scritto per pianoforte. Sonate e Interludi, sono stati scritti nel nell’intervallo di tempo 1946-1948. Corpo di lavoro è composto da 20 sonate. In questo periodo John era sotto l’influenza della filosofia...